Nell’oceano dei contenuti postati sui social ecco come differenziarsi

Trucchi content marketing efficiente

Una recente indagine sul marketing online ha confutato la nota regola dell’80/20 o principio di Pareto, secondo cui l’80% dei risultati ottenuti è legato solo al 20% di ciò che si fa. A quanto pare sul web sarebbe appena il 5% dei contenuti prodotti e postati dai brand (testi, immagini, video) ad aggiudicarsi la bellezza del 90% dell’engagement, ossia della risposta interattiva del pubblico target.

Come si spiega questo fenomeno? È la conseguenza della sovrapproduzione di contenuti pubblicati dalle aziende presenti online, che aumenta di ogni anno del 300%.
Le capacità di attenzione e concentrazione delle persone però sono sempre le stesse. Da qui nasce la forte discrepanza di engagement.
La strada per farsi notare non è perciò quella di aumentare il numero di post pubblicati ma di usare alcune accortezze per farsi notare e ricordare dal proprio pubblico.

Tenere a mente i principi dell’Inbound marketing

Nell’era del content marketing non bisogna mai dimenticare che la prospettiva è invertita rispetto alla tradizionale comunicazione aziendale. Prima eri tu azienda che cercavi di raggiungere il tuo pubblico mentre era seduto sul divano davanti alla Tv oppure mentre stava leggendo il giornale sul treno. Oggi il pubblico viene a trovare la tua azienda sui presidi web e social e lo fa perché viene attratto dalla qualità dei contenuti

Sfruttare il brand positioning

Il posizionamento di marca è un processo di analisi dei mercati finalizzato a collocare brand e prodotti nella giusta fascia di mercato, affinché il cliente li percepisca come diversi rispetto ai competitor. Qual è il bisogno del tuo target che puoi soddisfare in maniera più vantaggiosa rispetto alla concorrenza?

Ricorda: Content is king

I contenuti di qualità, ovvero quelli percepiti come utili, pertinenti, divertenti, interessanti da chi ne usufruisce sono un biglietto da visita che fa percepire il brand come affidabile, autorevole e competenti, stimolando l’utente a rispondere alle call to action.

And communication is Queen

La diversità va comunicata oltre che creata. È importante scegliere i canali più appropriati attraverso i quali trasmettere al target il proprio valore aggiunto in modo semplice e immediato. Se non ottieni i risultati sperati assicurati di essere capito dagli utenti a cui ti rivolgi e di parlare la loro stessa lingua.