Tutte le novità Facebook per il 2018

Tutte le novità 2018 di facebook

Momento di grande dinamismo da parte del social network di Menlo Park, che svolge un ruolo sempre più centrale nella comunicazione personale e aziendale in larga parte del globo. Vediamo insieme quali saranno le più importanti novità 2018 preannunciate dalla vulcanica squadra di Zuckerberg.

Sperimentazione del pulsante downvote per i commenti

Questa funzione è attualmente limitata al 5% degli utenti statunitensi che accedono al social network tramite app Android ed è disponibile solo su alcune pagine.
L’icona del “Downvote” si trova accanto a “mi piace” e “rispondi” e, una volta cliccato su questa freccia che punta in basso, il commento viene nascosto dando all’utente la possibilità di specificare se il contenuto in questione è offensivo, fuorviante o fuori tema.
È improbabile che una funzione così simile al “non mi piace” (sempre avversato dai vertici di Facebook) sarà estesa ai post degli iscritti. Il social network, infatti, è interamente basato su un meccanismo di rinforzi positivi fornito dai “mi piace”, i quali agiscono come premi nei confronti degli utenti, incoraggiandoli così a postare nuovamente per ricevere lo stesso tipo di apprezzamento.

Maggiore importanza ai gruppi

Cinque gruppi con una funzione socialmente rilevante saranno scelti da Facebook e premiati con un milione di dollari. Altri 100 amministratori di gruppi riceveranno 50mila dollari e la possibilità di seguire dei corsi presso il quartier generale di Menlo Park. L’iniziativa è stata ideata nell’ottica di un utilizzo più attivo che favorisca l’engagement degli utenti coerentemente con le recenti modifiche apportate all’EdgeRank per un utilizzo meno passivo del social network.
I parametri che saranno tenuti in considerazione per scegliere i vincitori sono, ad esempio: il senso di appartenenza e di identità che il gruppo fornisce agli iscritti; l’attitudine dei membri a prendersi cura l’uno dell’altro e a costruire una comunità anche al di fuori del mondo digitale.

A Facebook piace la comunicazione politica

A livello italiano, in vista delle elezioni politiche del 4 marzo, fa il suo debutto lo strumento “Punti di vista”. Sarà possibile confrontare i programmi elettorali dei 10 principali candidati basandosi sulle informazioni scritte dagli stessi partiti nelle categorie della sezione “temi” presente nelle loro pagine. Questo strumento comparirà nel News Feed di tutti gli utenti che usano Facebook in lingua italiana.
Saranno poi realizzate nella sede di Facebook a Milano delle interviste ai leader dei principali movimenti politici trasmesse attraverso lo strumento Diretta. Le interviste saranno moderate dai giornalisti ANSA e saranno veicolate anche tramite il sito dell’agenzia di stampa. La funzione “Candidati” permetterà poi di mettersi in contatto direttamente con candidati e partiti della propria circoscrizione. Inoltre per rimanere aggiornati su come e dove votare, e sui risultati degli scrutini, il 4 marzo compariranno delle apposite sezioni nella home degli utenti italiani.

Queste le principali novità prospettate per il 2008 da Facebook. Mentre per quello che riguarda il suo fondatore, si vocifera che si stia preparando per competere alle prossime elezioni presidenziali USA del 2020. Se questa indiscrezione si rivelasse veritiera si verrebbe a creare un conflitto di interessi mai visto prima nella storia umana, che siamo sicuri i ragazzi di Facebook risolveranno in modo molto creativo.